• MCS LIFE

    MCS LIFE

Avventura all ’aperto tra boschi, foreste e parchi naturali

Caccia grossa. Ma nel pieno rispetto della natura. È quello che si propone il fotografo naturalista. La ricerca è quella dello scatto perfetto di paesaggi remoti e solitari, landscape americani e inimitabili, animali che vivono in completa libertà e vegetazione che non conosce la presenza umana.

Juliano Ribeiro Salgado, il più grande fotografo reportagista vivente, ne dà una lezione professionale ma soprattutto di vita nell’emozionale documentario “Il sale della Terra” firmato Wim Wenders. Nella pellicola del 2014 il grande artista racconta con dedizione e totale passione come fotografare nella natura sia straordinario, esaltante e complicatissimo. La ricerca dello scatto giusto e inedito ti porta in territori inesplorati e assolutamente non accoglienti, dove la natura ti costringe a confrontarti con le difficoltà del clima e con la solitudine.
Il fotografo naturalista, come spiega Salgado, è una delle professioni più invidiate e difficili: si tratta di attendere il momento giusto per ore, giorni e talvolta settimane in condizioni spesso estreme e inospitali, in parchi nazionali, riserve o talvolta in ambienti remoti senza nessun tipo di comodità, a temperature a volte estreme. Le caratteristiche fondamentali sono lo spirito di adattamento, la pazienza e l’organizzazione. Bisogna sapersi adattare al paesaggio e sapersi organizzare con la migliore attrezzatura che non comprende solo quella fotografica ma anche tende e tutto il materiale per il campeggio. L’abbigliamento non può essere trascurato: tessuti camouflage per mimetizzarsi nel verde, giacche dotate di varie tasche e dal giusto peso, pantaloni di estrema praticità oltre che accessori fondamentali come coltelli, borracce, bandana per il sole e per il sudore, occhiali da sole.